E ora tutti avranno in curriculum una mostra a Chelsea.

Fotogallery del nuovo opening di Family Business, l’ultima trovata newyorkese di Gioni & Cattelan. Ecco come è andata:

Nessun tipo di selezione. Tutti dentro, per un’esposizione che destruttura alla radice il senso del curare e per una volta permette a chiunque di mettere un piede dentro una galleria di Chelsea, il quartiere d’arte contemporanea meno accessibile al mondo. L’avete indovinato? Parliamo dell’ormai stranota Family Business, della sacra famigliaGioni/Cattelan. Come promesso, gli artisti selezionati sono stati il 100% di quelli che hanno partecipato alla call for artist lanciata dall’artista/rapper Hennessy Youngmanper la quinta e ultima parte del The Virgins Show, per l’occasione intitolata it’s a small, small world.
Sparsasi la voce attraverso Youtube, Twitter e Facebook, durante il week-end precedente all’opening si è improvvisata una processione di artisti che si sono recati alla galleria per dare il proprio singolo contributo ad un’esposizione che assomiglia tanto a una cappella degli ex-voto. Il risultato è un opening che si è trasformato – martedì 3 aprile – in un party per strada, illuminato da otto lampioni alimentati da un generatore accompagnato da una scritta scorrevole che ricorda che 15 minuts of celebrity non si negano a nessuno. Una factory in miniatura capace di creare una vivace e reale comunità di artisti sconosciuti e emergenti. Se questo voleva essere l’obiettivo dei primi due mesi di attività del The Family Business’ Project, la missione può dirsi compiuta. A voi le immagini…

Da New York, Alessandro Berni

Advertisements
This entry was posted in Artribune and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s