Obama vs Romney? Parrebbe di sì…

Da New York, Alessandro Berni

Dopo aver votato in 27 Stati, le presidenziali repubblicane dicono che è nettamente in vantaggio Mitt Romney nell’Est e nell’Ovest americano, mentre c’è equilibrio nel Sud e nella Middle-Belt, la cintura che attraversa il Paese dove prevalgono le idee religiose e conservatrici di Santorum e Gingrich, che da queste parti stanno avendo la meglio.

In totale, Mitt Romney finora ha raccolto 495 delegati. Un numero superiore a quelli conquistati dagli altri aspiranti alla Casa Bianca messi assieme. Il conteggio vede Rick Santorum a quota 252; Newt Gingrich a 131; fanalino di coda, Ron Paul con 48 delegati.

Notizia del giorno è l’ipotetico abbandono di Gingrich, che secondo Santorum permetterebbe di unire le forze degli elettori più conservatori. Ma la news è più auspicata che reale, in quanto l’ex speaker della Camera ha commentato fortemente che correrà fino a Tampa.

La notizia della settimana è invece il serio vacillare nei sondaggi di Obama in vantaggio di almeno otto punti su ogni candidato repubblicano fino al mese scorso.
Su un sondaggio pubblicato dal New York Times, Obama sarebbe ancora in vantaggio, ma di poco: 47 a 44 contro Romney, 48 a 44 contro Santorum. Secondo un sondaggio diffuso dal Washington Post, addirittura Romney sarebbe in vantaggio: 49% contro il 47% del candidato democratico.

La volatilità delle intenzioni degli elettori americani è ormai l’unica certezza acquisita di questo 2012 presidenziale. Per far gridare al più classico dei piove governo ladro e far cambiare i propositi di voto sembra sia bastato davvero un niente, ovvero l’impennata del prezzo della benzina conseguenza della crescita del costo del greggio nei mercati internazionali provocata dalla decisione di aumentare le scorte petrolifere da parte del governo cinese.

E se chissà che sia vero che il batter d’ali di una farfalla in Brasile possa provocare un tornado in Texas, la politica energetica della Cina sembra davvero in grado di influenzare le elezioni degli Stati Uniti, almeno nei sondaggi di questa settimana, almeno fino al prossimo battere di ali.

http://www.fareitaliamag.it/2012/03/15/obama-vs-romney-parrebbe-di-si

Advertisements
This entry was posted in Totally Optional and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s