Movimento 5 stelle, tra criticità e opportunità

Il 23 marzo 1919, un fascio di persone, insieme a un fascio di idee guidate da un tale Benito Mussolini fondarono i fasci italiani di combattimento. Auto-presentatisi come la terza via alternativa ai partiti di destra a e di sinistra, i fasci italiani si proposero in opposizione a tutto il sistema partitico democratico additato a trasformista e incapace di seguire umori e necessità del popolo italiano. I fasci italiani si trasformarono nel Partito Nazionale Fascista nel 1921 e a seguito della Marcia su Roma avvenuta dal 22 al 29 ottobre del 1922, Benito Mussolini venne eletto come primo ministro d’Italia.

Nel 2005 una rete di persone assieme a una rete d’idee guidate da un certo Beppe Grillo cominciò a dialogare insieme nel blog aperto dal comico genovese. In opposizione al sistema partitico italiano la rete intraprese diverse iniziative quali Parlamento pulito, quindi nel 2007 organizzò il primo V-day celebration. “Presto per governare non servirà più avere una televisione, un giornale e una squadra di calcio”, minacciava Beppe Grillo. E tutti ridevano.

Nel 2010, Beppe Grillo fondò un partito presentato come a-partitico chiamato Movimento 5 stelle, terza via alternativa ai partiti di destra e di sinistra, in totale dissenso con l’intero sistema dei partiti attuale. Inquietanti analogie sfiorano i fasci di combattimento di Benito Mussolini con Beppe Grillo e il suo movimento. La prima considerazione che viene da fare è che il vuoto politico riempito da Forza Italia nel 1994 si è trasformato in abisso meno di venti anni dopo.

Al di là delle percentuali dei sondaggi altalenanti, oggi, in Italia, un blog di nome Beppe Grillo è la terza forza politica del Paese. L’exploit alle amministrative, anticipa l’ingresso in Parlamento di questo movimento che rischia di conquistare più voti di Casini e Fini messi assieme. Sarebbe fazioso parlarne in maniera soltanto buona o cattiva. Il movimento contiene fermenti preoccupanti quanto positivi. Preoccupanti sono infatti le tante esternazione del comico come quella dell’ultim’ora: “Io sono la Terza Repubblica”. Deliri da vero duce. Scrisse una volta Montanelli: “L’Italia è sempre disposta ad acclamare un tenore. Un tenore come Mussolini l’Italia non lo sentiva dai tempi di Cola e di Savonarola”.

Scomparso il grande giornalista, i suoi aforismi sugli italiani rimangono ancora validi. In Beppe Grillo, l’Italia ha trovato il tenore di questo presente. Nonostante le stecche clamorose su argomenti quali mafia, debito pubblico e ius soli, il suo movimento va avanti. Tanto peggio se la lettura del suo programma trova spesso soltanto idee abbozzate e lacune di vario genere. La rete li migliorerà, assicurano i grillini. La rete correggerà le cazzate di Grillo, assicurano sempre loro.

Ma chi sono, gli aderenti al movimento 5 stelle? Sono persone normali che finora non hanno mai fatto politica attiva, sono quelle escluse da sempre dai privilegi, fuori da ogni casta. Sono i vinti della globalizzazione. Il 99%. Sono quelli che si sentono tartassati, che credono sia possibile rivoluzionare il Paese dal basso. Sono i mai ascoltati. I disillusi. I più facinorosi.

Dicevamo, il movimento contiene anche fermenti positivi per tutti, in quanto può essere l’ennesimo e decisivo stimolo per rivedere davvero la legge elettorale, ridando ai cittadini la preferenza diretta, evitando finalmente di mettere nelle proprie liste candidati condannati in via definitiva. Visti i suoi risultati, può motivare la vera classe dirigente e i veri partiti già radicati sul territorio a cominciare a fare politica sempre più attraverso l’uso della Rete, fornendo strumenti di ascolto, ma anche opportunità di partecipazione politica concreta, occasione di segnale per chi vi partecipa e premio per i migliori comunicatori e promotori delle iniziative e idee più valide.

Altrimenti sarà davvero la morte dei partiti (in stand-by da quando si è insediato l’attuale governo tecnico dal 16 novembre 2011). E quindi della democrazia.

Alessandro Berni

http://www.fareitaliamag.it/2012/05/09/movimento-5-stelle/


Advertisements
This entry was posted in Totally Optional and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s