I Magnifici 9 New York. The Getty’s Station Week

Nuovi opening alla Sperone Westwater e Pace Gallery, ma non solo: alla truppa di gallerie di Chelsea si è aggiunto un nuovo spazio espositivo all’aperto. Quello di un’ex stazione di benzina.

Zhang Huan @ Pace Gallery

Zhang Huan @ Pace Gallery

Allucinazioni in maschera. Solo show di Zhang Huan alla Pace Gallery. Le tele esposte offrono un apprezzabile trompe l’oeil: se viste da vicino è possibile riconoscere centinaia e centinaia di maschere riconducibili all’iconografia buddista; allontanandosi dai lavori, lo sguardo raggiunge l’astrazione.
www.pacegallery.com

Alexis Rockman @ Sperone Westwater

Alexis Rockman @ Sperone Westwater

Epiche tossicità. “È venuto il momento di rimanere per mia disgrazia al di qua del Rubicone o di passarlo per disgrazia del mondo”. Parole di Cesare, che anticiparono una svolta cruciale per la storia dell’antica Roma. Mentre è contemporanea la profezia di Alexis Rockman, secondo il quale l’uomo avrebbe agito da fatale sciagura per il pianeta e per la natura come la conoscevamo prima dell’avvento della società industriale. Tutto questo alla Sperone Westwater dove è in corso Rubicon, personale composta dai surrealismi apocalittici dell’artista newyorchese.
www.speronewestwater.com

Edward Burtynsky @ Bryce Wolkowitz

Edward Burtynsky @ Bryce Wolkowitz

Waterworld. Alla Bryce Wolkowitz il viaggio fotografico mondiale di Edward Burtynsky dedicato all’acqua, alle linee e ai colori che questo elemento fondamentale è capace di creare. La mostra è il risultato di un viaggio lunghissimo quanto eccezionale.
brycewolkowitz.com

David Kassman @ Winston Wachter Fine Art

David Kassman @ Winston Wachter Fine Art

Pattume artificiale. David Kassman, il fiume Tevere e un po’ di spazzatura alla Winston Watchter Fine Art. L’artista israeliano pare abbia riempito di spazzatura per i suoi scatti scorci del fiume di Roma. Risultato apprezzabile dal punto di vista estetico e capace di sensibilizzare con immagini d’impatto e immediato il pubblico sul dramma dell’inquinamento. Ci auguriamo che David Kassman, alla fine della sua performance, si sia ricordato di dare una pulitina al fiume de’ noartri.
www.winstonwachter.com

Hye-Seung Jung @ Coohaus Art

Hye-Seung Jung @ Coohaus Art

The wish’s show. Hye-Seung Jung ospite di una residency alla Coohaus Art. Il suo solo show è composto da due lavori seriali dell’artista ben distinti fra di sè. Se alle pareti ci sono le proprie tele fatte di astrazioni ottenute depositando i colori come veli sopra altri veli; nel mezzo dello spazio espositivo principale e dentro lo spazio espositivo secondario della galleria, una serie fotografica e di cartone di desideri scritti da gente comune e dall’artista stesso.

http://www.coohausart.com/

Louise Nevelson & Aaron Siskind @ Bruce Silverstein

Louise Nevelson & Aaron Siskind @ Bruce Silverstein

Conversazioni. Alla Bruce Silverstein il dialogo elettivo fra una selezione di sculture di Louise Nevelson e una serie fotografica di Aaron Siskind. L’allestimento della mostra è il risultato di un’ampia collaborazione tra la galleria e l’Hirshhorn Museum, lo Sculpture Garden e il Farnsworth Museum.
www.brucesilverstein.com

Robin Lowe @ Lennon Weinberg Inc.

Robin Lowe @ Lennon Weinberg Inc.

Ci sono curve e curve. Le strade e le donne nude sono i soggetti scelti da Robin Lowe e in mostra alla Lennon Weinberg. L’immobilismo dei soggetti delle opere inquieta e turba senza mai raggiungere il senso del sublime.
www.lennonweinberg.com

Nad Swid @ Margaret Thatcher Projects

Nad Swid @ Margaret Thatcher Projects

Rettilinei tattili. Libri antichi, libri legali e imballaggi; materiali cartacei che perdono totalmente la loro funzione e visione originale per diventare il fulcro delle installazioni diNad Swid. Opere rispettabili quanto ripetutamente già viste in scena alla Margaret Thatcher Projects.
www.thatcherprojects.com

François-Xavier Lalanne @ Getty Station

François-Xavier Lalanne @ Getty Station

A new art space is born. Si chiama Getty Station e si trova all’angolo tra la 24esina e 10ima Avenue di Chelsea. Grazie allo zampino della Paul Kasmin Gallery, là dove c’era una stazione di servizio oggi c’è un nuovo spazio espositivo all’aperto. L’esordio è stato assegnato a François-Xavier Lalanne, che per l’occasione ha realizzato venticinque montoni in pietra epossidica e bronzo.
www.paulkasmingallery.com

Articolo pubblicato su Artribune

Alessandro Berni

Advertisements
This entry was posted in Artribune and tagged , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s